giovedì 31 maggio 2018

DONNE E SALUTE: VOLERSI BENE.



Volgendo lo sguardo indietro nel tempo ci si può rendere agevolmente conto di come le energie del passato siano state focalizzate sui bisogni primari legati, ad esempio, alla salute, all'alimentazione. 
L’ attenzione alle emozioni sembrava essere un argomento disimpegnato, per conversazioni da salotto dell’aristocrazia, non strettamente indispensabile. Nell'epoca attuale ha invece acquistato un posto di primo piano la consapevolezza che la forza e le energie interiori sono in grado di condizionare fortemente le esistenze degli individui.  In questa linea essere premurosi verso se stessi con piccoli gesti quotidiani può favorire l’ascolto del proprio corpo. Questo perché assorbiti dagli impegni lavorativi, domestici, sociali, si è spinti a ritenere che dedicare momenti ai propri confronti possano essere una preferenza di egocentrismo. In realtà, prendersi cura del proprio corpo migliora notevolmente il modo in cui ci relazioniamo con la nostra pelle. Inoltre, i rituali aiutano ad elaborare la percezione della regolarità, costanza, sicurezza nel fluire delle stagioni e degli inevitabili imprevisti negativi che possono accompagnare l’esistenza. Senza dimenticare che il rituale consente di riacquistare uno dei beni più scarsi e preziosi: il tempo. Detto diversamente, è una vera e propria “filosofia” la capacità di creare gli spazi fisici e mentali per sperimentare e porsi al baricentro delle proprie cure. 
Nella linea precedentemente indicata è stata evidenziata e proposta la bellezza come elemento di valorizzazione della donna a tutto tondo nel corso di un convegno intitolato: 
“Donne e salute: volersi bene” 
Questo, è stato organizzato dall’Associazione Imprenditrici Donne Dirigenti di Azienda (AIDDA) nei locali del Sina Bernini Bristol in Piazza Barberini a Roma. Hanno presentato l’incontro la Presidente AIDDA Lazio Matilde Bocca Salvo e la consigliera AIDDA Nicla Pruneti. Le relatrici sono state Angela Mercuri, farmacista e socia AIDDA; Ivona Patrol, specialista in dermatologia e venerologia, Paola Pompei, psicologa, psicoterapeuta e socia AIDDA. 
In tale occasione è stato sottolineato come uno degli elementi del benessere sia il concedersi un appuntamento quotidiano per prendersi cura del proprio corpo inteso come momento di piacere per se stessi e non solo per mantenere una pelle giovane. Si tratta di un momento dedicato alla bellezza con piccoli gesti quali la detersione quotidiana del viso da effettuare come un incontro con le proprie esigenze. In altri termini, non viene chiesto di “rubare” del tempo nel corso della propria giornata, ma di lasciare un vero e proprio spazio in cui l’io ed il proprio corpo sono al centro delle nostre cure. In fondo, possono essere sufficienti anche dieci minuti per amare noi stessi con gesti quotidiani e  costanti. 
Senza dimenticare la possibilità di sentirsi e vedersi più belle con nuove tecniche di ringiovanimento per contrastare l’invecchiamento cutaneo, che devono essere effettuare rigidamente da parte di personale qualificato ed esperto.


Fiorella Ialongo

mercoledì 23 maggio 2018

UN DIALOGO CORRETTO AIUTA A RISOLVERE I PROBLEMI: DONA IL TUO 5 x 1000 --> C.F. 97554130589 --> CI AIUTERAI A PROSEGUIRE NEL NS. PROGETTO


L’EMPATIA SI IMPARA E FA VIVERE MEGLIO
Diversi anni fa sulla spiaggia ci si divertiva con un gioco chiamato il telegrafo senza fili, dove un componente del gruppo indicava una piccola frase che ciascuno doveva poi sussurrare all'orecchio del vicino, il quale, a sua volta, la ripeteva al suo vicino e così via fino all'ultimo che la ripeteva ad alta voce.

Il divertimento derivava dal fatto che la frase riportata dall'ultimo giocatore era spesso molto diversa da quella iniziale per il combinarsi e sommarsi di errori di interpretazione.
Ciò capita anche nella realtà quotidiana, si parla, ma non si ride quando non ci si capisce. Ogni giorno, infatti, possiamo constatare che molte persone litigano, anche per motivi futili, con conseguenze perfino gravissime.

Durante un dialogo si possono verificare errori di interpretazione generati, in gran parte, dalle emozioni che si provano in quel dato momento quali rabbia, paura, tristezza, vergogna, gioia e che, raramente, siamo capaci di riconoscere ed esprimere.

L’empatia è una delle condizioni necessarie per creare un clima distensivo in ogni tipo di relazione. L’empatia si impara e fa vivere meglio. È una delle 10 Soft Skills indicate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sin dal 1993, nel Documento WHO’93 e seguenti. Sono le competenze per la vita di tipo emotivo, sociale e cognitivo, di cui ogni individuo dovrebbe essere dotato per ben comprendere e utilizzare le regole di interazione sociale.

Gli adulti – in primis insegnanti e genitori – sono chiamati a entrarne in possesso e a trasmetterle alle nuove generazioni. L’apprendimento è esperienziale come accade per imparare una lingua, ballare, guidare una macchina, svolgere bene una professione, una qualunque attività.

Si tratta di una filosofia che è possibile assimilare e usare ovunque, perfino in Italia dove la vita è molto dura. Per dare un contributo in questo senso, la Onlus Bambino Oggi…Uomo Domani ha ideato il Progetto Comunichiamo PositivaMente ed elaborato, seguendo i nuovi canoni di interpretazione e di azione, un metodo che stiamo sperimentando da 10 anni con concreti risultati.

Applichiamo il metodo durante laboratori rivolti a chiunque voglia migliorare il dialogo e la conoscenza tra partner, tra genitori e figli, tra le persone. Lavoriamo anche nelle scuole e ci rivolgiamo, gratuitamente, a genitori e insegnanti non solo per dare uniformità ai messaggi educativi rivolti ai bambini, ma anche per facilitare il dialogo scuola-famiglia.

Punti di forza: un team di professionisti coordinati dal Prof. Andrea Pagani Direttore Scientifico del Progetto, docente, psicologo, psicoterapeuta, il primo italiano ad avere ricevuto la certificazione internazionale di terapeuta di coppia dall’Istituto EFT Emotional Focus Therapy di Ottawa

Punti di debolezza: la partecipazione ai laboratori non è consistente come potrebbe esserlo, perché c’è diffidenza, paura di mettersi in gioco, distacco perfino assuefazione ai fatti negativi che accadono ogni giorno.

Stiamo vivendo una profonda crisi sociale e superare da soli questi e altri ostacoli è complicato. Sarebbe bello cooperare per cercare di risolverla. Tutti, ciascuno secondo le proprie possibilità.

Se il nostro Progetto vi piace e vi coinvolge, potete sostenerci donando il 5×1000 utilizzando il Codice Fiscale 97554130589
o versando su:  c/c Postale n. 98808249 – Codice IBAN: IT 26 S 07601 03200 000098808249

Ci permettiamo di farvi presente che le eventuali somme versate a mezzo c/c Postale sono fiscalmente deducibili, e vanno accompagnate dalla causale 'erogazione liberale',  

Grazie per la Vostra cortese attenzione.
Confidiamo nella Vostra condivisione e sul Vostro sostengo alle nostre iniziative!
                                                                                Orietta Matteucci  

Presidente Onlus ""Bambino Oggi…Uomo Domani""
INFO: orma@bambinooggiuomodomani.org - Sito: www.bambinooggiuomodomani.org

sabato 28 aprile 2018

MACRON, NAPOLEONE E... UN COMUNE DENOMINATORE?

Gli Amici del sito web ALTA TERRA DI LAVORO, pagina dalla forte impronta identitaria, hanno ultimamente pubblicato un interessante commento a firma di Angela Pellicciari.    L'articolo, il cui link è http://www.altaterradilavoro.com/macron-satana-napoleone-di-angela-pellicciari/ è particolarmente significativo: specie a chi culla interessi nel mondo del simbolismo.

----------------------------

Macron - Satana - Napoleone 

di Angela Pellicciari

Posted by  on Apr 27, 2018
Macron Satana Napoleone di Angela Pellicciari
Se lo avesse fatto Berlusconi! Ve lo ricordate? Per una goliardata fatta in una delle infinite manifestazioni pubbliche cui ha partecipato l’hanno visto scherzosamente fare le corna. Indegno, “inadatto a governare un paese civile”, hanno sentenziato. E l’incredibile notizia ha fatto il giro del mondo. Oggi a fare le corna, con entrambe le mani che stringeva nella sua visita ufficiale negli Usa è stato Macron. Un gesto vistoso, non goliardico, fatto in occasione di una visita ufficiale in un momento ufficiale: a destra stringeva la mano di Melania a sinistra quella di Donald. Entrambe alzate sopra la testa. Un gesto inaudito. Eppure nessuno l’ha notato. Possibile? Perché nessuno ha raccontato quanto aveva visto? Le corna, come noto, hanno un padre nella nostra cultura e nella nostra simbologia: si tratta di satana. Il quale satana normalmente non va esibito in pubblico perché ancora –non ancora- non sta bene. In molti ambienti della cultura francese –e non solo- satana è invece osannato. Così, per esempio, quando Napoleone nel 1805 dà vita ad un roboante Regno d’Italia, sceglie come suo emblema un pentalfa (una stella a cinque punte) con due punte rivolte verso l’alto e una verso il basso: un’insegna satanica. Saltando di palo in frasca, il giudice che ha pronunciato la sentenza contro il trasferimento di Alfie in Italia, Anthony Hayde, è lo stesso che nel 2012 ha scritto un libro di 700 pagine dal titolo: “Children and same sex families”, a legal handbook. 
si parla di segni dei tempi…

giovedì 12 aprile 2018

L'ARTISTA MARIA MADDALENA CICCIU' AL PREMIO CITTA' METROPOLITANA DI REGGIO CALABRIA


















L'Artista Maria Maddalena Cicciù, in Arte MarilenaMia è stata selezionata nella sezione Pittura  partecipando al I° Premio Nazionale d'Arte Città Metropolitana di Reggio Calabria,con la sua opera Paesaggio puro fantafisico, dal titolo Paesaggio vivo.
Una manifestazione di alto profilo artistico culturale che si terrà presso il Castello Aragonese di Reggio Calabria, situato nell'omonima piazza in pieno centro storico, restaurato e ampliato dai suoi conquistatori normanni prima e dagli aragonesi infine, oggi sede di esposizioni e mostre d’arte, rappresenta assieme ai Bronzi di Riace, uno dei simboli di maggior rilevanza della città. 
Il Premio città Metropolitana si pone l’obiettivo di creare un sistema sempre più autorevole e influente nel mondo dell’arte contemporanea, coinvolgendo di anno in anno nuovi protagonisti, dando vita ad un circuito virtuoso che abbia come protagonisti diversificate realtà, coinvolgendo scuole, fondazioni, musei e spazi per l’Arte, al fine di offrire concrete opportunità di crescita e di slancio per la carriera professionale degli artisti partecipanti, e generare nuove sinergie, una sorta di ponte immaginario che offra la possibilità di scambi culturali tra la città di Reggio Calabria ed altre realtà nazionali già consolidate (Premio Città di Novara), un gemellaggio culturale, che attraverso iniziative di collaborazione, mostre itineranti, tour (Expo tour – Il gusto dell’Arte), che percorrono varie regioni d’Italia, contribuiscano a dare maggiore visibilità alla città di Reggio Calabria. In questi spazi esporranno artisti di ogni sezione, fino a tre per regione, selezionati da una commissione competente. Sarà realizzato un catalogo comprendente le foto delle opere in concorso e una sezione dedicata alla nostra città, al fine di richiamare l’attenzione e far conoscere le bellezze del nostro territorio costruendo delle Reti, che potrebbero essere realizzate anche per altre occasioni. 

La Galleria Serart comunica a tutti i partecipanti come pure a quanti interverranno - al I° PREMIO NAZIONALE D'ARTE CITTÀ METROPOLITANA DI REGGIO CALABRIA , che giorno 17 aprile ore 9:30 al PALAZZO DELLA CULTURA (P.Crupi), si terrà la Conferenza Stampa.

Saranno presenti gli organizzatori dell'evento: Galleria SERRAINO, Consigliere alla Cultura Città Metropolitana Filippo Quartuccio, l'Assessore alla Valorixxazione del Patrimonio Artistico e Culturale Irene Calabro', la Curatrice del Catalogo e della Critica Dott.sa Antonella Aricò, il Dott. Antonio G Marino e Giuseppe Polito.
Saranno presentati alla stampa gli Artisti partecipanti nonché presentati i nomi della giuria che voterà i vincitori del suddetto Premio.
VI ASPETTIAMO 
Ecco un (molto) sintetico excursus dell'attività artistica di Maria Maddalena:
2001 fino ad oggi, Artista che segue il pensiero filosofico del linguaggio artistico Fantafisica, del Maestro reggino, Cristofaro Taglieri , in Arte Crista.
2012 -2017 Artista del Movimento Artistico Metateismo fondato da Davide Foschi.
1993 - 2004 socia presso Galleria Il Grifo di Reggio Calabria, presieduta da Domenico Scappatura.
2007 socia presso Galleria Hesperia di Pomezia, presieduta da Giovanna Alfeo e Paola Di Giovanni.
2007- 2009 socia presso Galleria Degas in Ostia Lido (Roma), di Cristina e Antonio Casavecchia.
2014 - 2017 socia dell'associazione Le Muse, presieduta da Giuseppe Livoti.
2014 - 2017 socia e responsabile del CLDV e del movimento Metateista in Calabria, fondato da Davide Foschi.
2017 attiva artisticamente nella Fondazione Michele Cea di Milano.
2018 responsabile della Sezione Arte presso l'Associazione Gaudium, in via Binda,56 a Milano.
L'ACCESO MONDO PITTORICO DI MARILENAMIA

Maria Maddalena Cicciù, in Arte Mia, è Artista molto versatile che san bene avvalersi dell'esperienza e degli insegnamenti acquisiti nel frequentare lo Studio del proprio Maestro, l'indimenticabile pittore fantafisico calabrese Cristofaro Taglieri (in Arte Crista),scomparso alcuni anni fa, che oltre ad insegnarle le varie tecniche ne ha stimolato la personale sensibilità per il colore spronandola anche ad una continua ricerca filosofica e spirituale. 
Infatti, Mia è un artista che sa cogliere "l'animus" più intimo delle cose e ne trasmette l'essenza. la sua pittura è aperta sia su ampie distese dell'anima, immaginate, sognate, arricchite dalla luminosità, piene di calore e di sole, tipiche del sole, del mare e degli umori della propria terra, la Calabria; tonalità vivide e ammalianti, sempre in continuo divenire.
Proprio in quest'ottica, anche i pesci sui fondali marini o altre specie del mondo animale attraggono la sua creatività e diventano espressione e metafora della vita, un racconto colorato di grande suggestione. In ogni opera si coglie una sensitiva bellezza ed un profondo afflatus dei, e si percepisce la dissonanza tra la realtà che la circonda e quella forza che solo un'anima che vibra di emozioni e sensazioni possiede. 
Nei paesaggi, i colori strutturano l'equilibrio di una tavolozza affinata, personale, cromaticamente completa, calda vibrante che ingloba nel diario della memoria gli elementi formali e crea il risultato di una dinamica visiva che spazia fin dove l'orizzonte diventa infinito e rene l'atmosfera senza tempo, sospesa nel sogno verso i confini della mente, nell'immensità dove annega ogni pensiero. Sono tele emotivamente intense, poetiche, nelle quali si avverte quanto sia vitale l'amore per la bellezza della natura, per la vita, per l'arte di questa artista gentile, preparata all'apparenza fragile e così forte da trovare nella passione artistica una fonte sempre nuova di energia e di speranza. In una recente mostra personale le opere di Mia, una festa di colori, mi hanno riportato alla mente alcuni versi del poeta calabrese Antonio de Marco: "E' la visione..che mi fa piangere,/ diamante solitario/ che accende e fa vibrare i miei colori/ anche se cala il sole della sera/!/Per me sei l'alba/ prendo la luce agli occhi tuoi/..è la mia tavolozza...è sempre d'oro". 
Mara Ferloni (critico d'Arte)
Per notizie: www.galleriaserart.it


mercoledì 11 aprile 2018

PEDALATA PER LA TERRA: A ROMA DAL 21 AL 25 APRILE.

Grazie alla pagina FB del CRAL MPS LAZIO, curato in prima persona dall'attuale Presidente Sig. Filippo Goslino, abbiamo appreso di una bella iniziativa.
Relativamente alla stessa, vistane la simpatia e la rilevanza, porgiamo all'attenzione dei nostri Lettori la nota, complimentandoci vivamente con i promotori e con il Sig. Claudio Filippo Briganti.
11- Aprile-2018
G. Bellantonio



Riceviamo dal Sig Claudio Filippo Briganti MSP Roma il seguente comunicato stampa: " in allegato la locandina della gara (totalmente amatoriale e non competitiva), che organizza l’Ente di Promozione Sportiva MSP Roma di cui sono Presidente.
Di fatto siamo all'interno del Villaggio Earth Day dal 21 al 25 aprile, a Villa Borghese, ed abbiamo uno spazio dove far provare gratuitamente biciclette e percorsi per i più piccoli.Oltre all'organizzazione del calcio a due Jorky Ball, lezioni di fitness..., tutto totalmente gratuito.

Solamente la gara “pedalata per la terra” ha un costo di € 10 adulti e € 8 bambini per finalità benefiche (legate alla tutela dell’ambiente). 
Di seguito il link della manifestazione:
http://www.earthdayitalia.org/ 
Claudio Filippo Briganti 
Presidente 
MSP - Roma

domenica 8 aprile 2018

SOROS...

Dalle sempre interessanti note proposte dal blog 'ALTA TERRA DI LAVORO' -http://www.altaterradilavoro.com/soros-finanzia-il-gender-totalitario-di-gianfranco-cei/#more-14938 - traiamo l'articolo che segue e che proponiamo integralmente ai nostri Lettori, per l'interesse dei contenuti.


Soros finanzia il Gender totalitario. 

Di  Gianfranco  Cei*

Posted by  on Mar 17, 2018
Soros finanzia il Gender totalitario. Di Gianfranco Cei*
In questi giorni, il finanziare e magnate statunitense di origini ungherese George Soros è finito, suo malgrado, su tutti i principali quotidiani internazionali in seguito ad un attacco hacker che ha sottrattodai suoi server oltre 2.500 documenti privati.
I riservatissimi documenti trafugati sono stati prontamente diffusi su Internet, attraverso “Dc Leaks”, un portale interamente dedicato al materiale trafugato, innescando un’immediata e prevedibile bufera mediatica.
Nella homepage del sito gli hacker hanno pubblicato un post che chiarisce il motivo dell’attacco e della diffusione dei files:
George Soros – scrivono gli hacker –  è un magnate ungherese- americano, investitore , filantropo, attivista politico e autore che, di origine ebraica. Guida più di 50 fondazioni sia globali che regionali. È considerato l’architetto di ogni rivoluzione e colpo di Stato di tutto il mondo negli ultimi 25 anni . A causa sua e dei suoi burattini gli Stati Uniti sono considerati come una sanguisuga e non un faro di libertà e democrazia. I suoi servi hanno succhiato sangue a milioni e milioni di persone solo per farlo arricchire sempre di più. Soros è un oligarca che sponsorizza il partito Democratico, Hillary Clinton, centinaia di uomini politici di tutto il mondo. Questo sito è stato progettato per permettere a chiunque di visionare dall’interno l’Open Society Foundation di George Soros  e le organizzazioni correlate. Vi presentiamo i piani di lavoro , le strategie , le priorità e le altre attività di Soros. Questi documenti fanno luce su uno dei network più influenti che opera in tutto il mondo”.

UNA STRATEGIA GLOBALE

Il materiale saccheggiato, appartenente a diverse organizzazioni, tutte riconducibili a Soros, evidenzia infatti quanto sia ramificata ed estesalarete organizzativa, alimentata da veri e propri fiumi di denaro, del magnate statunitense. Un vastissimo network operativo, chiaramente rappresentato nei 2.576 files “rubati”, dove figurano attività collegabili a tutte le aree geografiche del mondo: Stati UnitiEuropa,EurasiaAsiaLatino America ed Africa.
Tra queste organizzazioni, per documenti sottratti e attività correlate, spicca la già nota “Open Society Foundation”, le cui attività spaziano in tutti settori, dalla libertà di informazione su Internet ai diritti dei migranti, dalla non discriminazione e il diritto all’inclusione sociale per tutte le minoranze, fino alla politiche di liberalizzazione delle droghe.
L’azione di George Soros, come abbiamo visto, non è dunque limitata alla realtà americana, ma, in un’ottica rivoluzionaria mondialista, ha una portata globale, con lo scopo di andare ad influire nelle principali aree strategiche del mondo.

L’EUROPA

Fra queste, l’Europa riveste evidentemente un ruolo particolare e tale interesse è attestato dall’esistenza di diversi lavori e ricerche, condotte dalla “Open Society”, riguardanti le politiche comunitarie, con titoli come “Crisi europea: Sviluppi chiave delle ultime 48 ore”, “Il dibattito Ucraina in Germania” ed altri studi dedicati all’impatto sociale derivante dalle crisi dei profughi e l’accoglienza dei migranti richiedenti asilo politico.

L’ELENCO DEI SICURI E POTENZIALI ALLEATI EUROPEI

Tra i vari documenti violati alle organizzazioni di Soros ve ne è uno di particolare interesse dal titolo “Mapping. Reliable allies in the European Parliament (2014 – 2019)” in cui il “Kumquat Consult”, l’agenzia di consulenza con sede a Bruxelles, incaricata dal magnate americano di redigere tale rapporto, delinea un’attenta e dettagliata mappatura degli alleati “affidabili” presenti nel Parlamento Europeo, persone sulle quali poter “contare” al fine di costruire relazioni “durature e di fiducia”, volte a promuovere il programma politico della “Open Society”.
Tale corposo documento di 177 pagine, come scrivono gli stessi autori nell’introduzione, si propone di “fornire all’Open Society European Policy Institute e all’ Open Society network intelligence una dettagliata mappatura  riguardo tutte i membri dell’ottavo Europarlamento propensi e disponibili a sostenere gli obiettivi programmatici dell’Open Society durante il quinquennio di legislatura 2014-2019”.
A tal fine, scopo degli estensori dello speciale dossier è stato quello di passare in rassegna, in maniera minuziosa, tutte le cariche delParlamento, le 11 commissioni e le 26 delegazioni, così come gli organi decisionali più alti del Parlamento Europeo, per arrivare a definire la lista di coloro che possono essere considerati “idonei” a supportare le linee programmatiche della “Open Society”. La conclusione è che di questi, ben 226, possono essere considerati, per il loro profilo e background politico, alleati o potenziali alleati dell’ “Open Society”.
Gli italiani, sui quali poter fare affidamento, presenti in questa particolarissima lista sono in ordine alfabetico: Brando Maria Benifei,Sergio Gaetano CofferatiAndrea CozzolinoIsabella De MonteElena GentileRoberto GualtieriKashetu Kyenge, Luigi MorganoAlessia Maria MoscaPier Antonio PanzeriGianni PittellaElly SchleinBarbara Spinelli e Daniele Viotti.

UN FIUME DI DENARO

Oltre a tale testo, altrettanto importanti documenti hanno portato alla luce la strabiliante quantità di denaro versato da Soros nelle casse dei principali soggetti impegnati in tutta Europa nella promozione dell’immigrazione, dei “diritti” LGBT e di tutte le maggiori istanze rivoluzionarie.
Tra questi, per quanto riguarda l’Italia, l’“Associazione 21 luglio”, un’organizzazione non profit impegnata nella promozione dei diritti umani di rom e sinti su tutto il territorio nazionale, si è vista assegnare la cifra di 49.782 $ per il progetto “Per i diritti, contro la xenofobia”, svoltosi dal 1 gennaio al 1 luglio 2014.
Per quanto riguarda le attività per l’agenda gender, la principale organizzazione italiana, l’Arcigay ha ricevuto ben 99.690 $ per un progetto, dal 1/12/2013 al 31/12/2014, dal titolo “LGBT Mob-Watch Italy-Europe 2014”, che si poneva l’obiettivo di “smuovere, canalizzare ed ampliare la voce e la domanda del popolo LGBT italiano ed i loro alleati per le elezioni europee del 2014, costruendo uno strumento permanente di monitoraggio, campagna, mobilitazione e lobbying per queste e le prossime elezioni”.
Assieme all’ “Arcigay”, la “Open Society” ha elargito altri sostanziosi fondi a progetti volti a promuovere campagne di “normalizzazione” LGBT.
Tra questi, la famosa ed onnipresente “ILGA-Europe” si è vista donare68.000 $ per il progetto “European elections 2014: Cross-communities mobilization project for a universal and indivisible EU equality agenda”, mentre, in Grecia, l’organizzazione omosessualista “Athens Pride” ha ottenuto 26.000 dollari per il progetto “Vote for your rights” volto a promuovere la comunità LGBTQ greca attraverso l’organizzazione di eventi ed attività.

UN PIANO STRATEGICO LAUTAMENTE FINANZIATO

Tali documenti mostrano, da un lato, quanto le istituzioni europee sianoprofondamente infiltrate da personaggi messi appositamente nei posti di potere per portare avanti l’agenda rivoluzionaria internazionale e, dall’altro, evidenziano l’esorbitante quantità di denaro che alimenta e rende possibile l’attività delle principali organizzazioni impegnate nello distruzione dell’ordine naturale e cristiano.
I 2.576 files divenuti di dominio pubblico, riconducibili alle tantissime attività della “Open Society” del filantropo George Soros, attestano empiricamente, con i fatti e con i numeri, come il progressivo processo di decostruzione e dissoluzione dell’Europa cristiana non sia un avvenimento naturale e spontaneo, quanto il frutto di un agguerrito, organizzatissimo e lautamente finanziato piano strategico di sovvertimento rivoluzionario.

Gianfranco Cei

fonte
identitaeuropea.it